Emanuela Fiorito, una vita tra piante e fiori

Vi presentiamo Emanuela Fiorito, professione erborista. E' affascinante sentirla parlare delle erbe e delle loro proprietà, si percepisce quanto sia grande la passione per il suo mestiere. Scopriamo che percorso ha seguito e come si realizza e si degusta una tisana.


DA QUANTO TEMPO LAVORI COME ERBORISTA?

Da una decina di anni. Ho avuto la fortuna di trovare un posto di lavoro prima di finire gli ultimi esami e la tesi, che ho poi dato lavorando.


CHE COSA TI PIACE DI PIÙ DI QUESTO LAVORO?

Tutto, ma se devo scegliere direi la consulenza, dover mettere in pratica le conoscenze per fare o consigliare il rimedio giusto. Vedere i risultati e la soddisfazione dei clienti mi fa apprezzare ogni giorno le proprietà delle erbe e il mio mestiere. E poi miscelare! Creare nuove tisane mi piace particolarmente.

COME SI CREA UNA TISANA? QUANTO TEMPO CI IMPIEGHI IN MEDIA E CHE TIPO DI CARATTERISTICHE DEVE AVERE?

Dipende se è una tisana prettamente curativa o se è di piacere. Per quelle curative bisogna rispettare le sinergie e l'antagonismo che le erbe possono avere tra di loro e valutarne bene le proprietà. A volte bisogna anche consultare qualche libro e la Farmacopea. Di solito però seguiamo le ricette e quindi in 5-10 minuti la tisana è pronta.

Per quelle di piacere il lavoro è più lungo. Bisogna valutarne l'aspetto, il profumo prima e dopo l'infusione, il colore in tazza e, ovviamente, il gusto, a caldo e a freddo. E non sempre il risultato arriva subito. Ad esempio, due mie tisane allo zenzero, La Vie en Rose e Blu Tonka, le avevo in mente e in un attimo son riuscita a trovare l'equilibrio giusto.

Per la tisana Pinkenergy, che è anche stimolante, ci ho messo qualche giorno.


NELLA NOSTRA TISANA PINKENERGY RELAX E PINKENERGY ENERGY, CHE ERBE CI HAI MESSO? CI SPIEGHI LE LORO PROPRIETÀ?

Nella tisana Relax ci sono solo erbe rilassanti, distensive e digestive. Ci sono i petali di rosa moscata, i fiori di primula, di lavanda, violetta, tiglio e erica e le foglie di verbena, che è anche digestiva.

Nella tisana Energy la base è la yerba mate, una pianta energetica, che contiene caffeina, molto stimolante, energizzante a medio-lungo termine, cardiotonica, riequilibrante, drenante e coadiuvante nelle diete. È la bevanda tradizionale argentina. Poi c'è il lemongrass, la scorza di limone e la verbena che sono dissetanti e danno un gusto fresco e piacevole, per prima, durante o dopo la palestra. Poi ci sono le bacche di mirtillo rosso, piacevolmente asprigne e leggermente zuccherine, ricche di vitamina C e un po' di sali minerali (potassio, magnesio, calcio e altri). Poi il karkadé, rinfrescante, stimolante e che conferisce alla tisana il colore (non proprio pink, ma rosino-rosso). E i fiori di monarda (o goldenmelisse), di un bel colore rosa scuro, dissetanti, buoni e digestivi.

DA DOVE ARRIVANO LE ERBE? LE RACCOGLI TU?

Mi piacerebbe tantissimo avere il tempo per raccoglierle e lo spazio per coltivarle tutte!

Le erbe ci arrivano essiccate, imballate e rigorosamente controllate (analisi per pesticidi, batteri, funghi,... ) dai nostri fornitori di erbe medicinali e officinali. È importante che le erbe siano state raccolte al momento giusto, che si chiama tempo balsamico. E che siano state essiccate e imballate nel modo corretto, per non deteriorarle e mantenere le proprietà e gli aromi fino al momento in cui le utilizziamo.


PERCHÈ È IMPORTANTE SEGUIRE LA GIUSTA TEMPERATURE DELL'ACQUA E