© 2018 Pinkenergy - all rights reserved. Site managed by Vicky 

Cristina, Life Coach

September 19, 2018

 

Che cosa vuol dire Life Coach?

LIFE COACH significa letteralmente “guida per la vita” ma ci tengo a precisare bene quale sia il ruolo del coach rispetto alla sua cliente (in gergo coachee).

Il rapporto deve basarsi sulla fiducia nella professionalità della coach che NON deve essere assolutamente confusa con una  confidente, una psicologa o una consulente.

Una coach NON può intervenire in caso di patologie o disagi psicologici, né si sbilancia nel dare consigli su cosa fare o non fare. Una coach è anzitutto una professionista preparata (grazie alle tecniche acquisite dopo un lungo percorso di formazione e auto applicazione) che opera come FACILITATRICE DEL MIGLIORAMENTO e che quindi è in grado di aiutare la cliente a far emergere le proprie potenzialità, ad adottare nuovi punti di vista su di sé e la propria vita, ad applicare strategie differenti dalle sue abitudini in modo da poter generare un CAMBIAMENTO POSITIVO nel suo modo di essere, di comportarsi e di percepirsi. 

Nel rapporto di coaching gli obiettivi sono definiti dalla cliente, così come i risultati sono ottenuti dalla cliente stessa: per questo motivo la costanza, la reale volontà nell’intraprendere un percorso di coaching e nel seguire quindi le indicazioni della coach sono fondamentali per la riuscita del percorso e quindi per la  soddisfazione della cliente stessa.

 

Che tipo di servizi offri?

Il servizio principale è il life coaching 1:1 in presenza o a distanza attraverso skype.

Tengo inoltre workshop, seminari ed incontri informativi, oltre che corsi di gruppo sui temi legati al miglioramento personale femminile (autostima, obiettivi, relazioni, comunicazione,…)

Fai tutto da sola o hai un team che ti aiuta (grafica, sito, etc)?

Per CDV mi occupo della scrittura degli articoli, della registrazione ed editing di podcast e video, realizzo le grafiche, gestisco la pagina Facebook, le richieste di informazioni e – chiaramente – tengo in prima persona le consulenze di coaching e gli incontri…

Nonostante faccia quasi tutto da sola, devo ringraziare moltissimo Serena di Graphivity che si occupa degli aspetti SEO e di struttura del sito, oltre che la casa editrice Teka di Lecco che mi supporta per alcuni aspetti legati alla grafica.

 

Come e quando è nata l'idea di Chiacchiere da Venere?

L’idea di Chiacchiere da Venere (che ora si presenta come un progetto di sensibilizzazione delle donne sui temi del miglioramento personale e del benessere a 360 °) è nata nell’estate del 2016. Il pensiero iniziale era semplicemente di creare un canale podcast di intrattenimento dedicato alle donne che trattasse di temi utili nella vita quotidiana e che potesse essere ascoltato nei “momenti morti” come i viaggi in auto o sui mezzi per recarsi al lavoro o durante alcune faccende domestiche come stirare, sistemare casa ecc…

E’ partito da una mia insofferenza nel percepire come poco utile il tempo speso nelle situazioni sopra elencate. Mi sono chiesta: “Ma perché non trovare un modo per rendere prezioso per me e per tante altre donne quel tempo che ci passa così lentamente, quelle ore che con grande frustrazione sentiamo sprecate giorno dopo giorno in attività che siamo obbligate a fare ma che non ci portano valore aggiunto?”

Il primo episodio è stato pubblicato su Spreaker a gennaio 2017, in concomitanza di un sito molto basic che io stessa avevo messo online…Ben presto però mi sono accorta di volere qualcosa di più e andando a fondo con le riflessioni ho cominciato a maturare un progetto più solido e con degli obiettivi chiari: avrei messo a disposizione di altre donne la mia passione per la formazione, per la crescita personale e la comunicazione, insieme alle abilità di life coach che da qualche anno stavo acquisendo con dei percorsi di formazione ad hoc.

E così…Da un anno dal lancio eccomi qui, con una pagina Facebook che conta oltre 10.400 follower, un numero di ascoltatori sempre crescente sul podcast e le prime proposte di eventi di coaching e percorsi personalizzati!


Come hai conosciuto Camilla?
Ho conosciuto Camilla all’asilo. Abbiamo entrambe ricordi bellissimi di quegli anni perché nelle piccole cose era già un riconoscersi speciali… Era come se tra noi brillasse quella sintonia di chi desidera arrivare da qualche parte e vuole farlo perché sa di essere nata con una missione dentro e con dei doni da condividere con gli altri. Sono passati poi diversi anni in cui ci siamo perse di vista, dall’adolescenza in poi, per riscoprirci un anno fa su lunghezze d’onda comuni ad una cena con amici.

 

Come è nata l'idea di collaborare?
Forse potrei dirti che non è nata…Ma che in qualche modo c’è sempre stata: era inevitabile, era necessario era semplicemente la cosa più sensata che potessimo fare! E sono certa che il Wonder Women’s Workout è solo l’inizio di un percorso insieme!

Riesci ad avere un'alimentazione sana? Cosa possiamo trovare nel tuo frigorifero?
Devo confessarti che riesco molto meno di quanto vorrei nel senso che da qualche tempo mi trascino piccole ma cattive abitudini come quella della brioche al mattino. Ma ritornando a ciò che dicevo prima non voglio colpevolizzarmi troppo per questo… Diciamo che me la vivo un po’ come uno sfizio meritato! Nel mio frigorifero troviamo yogurt, uova, albume d’uovo, frutta e verdura, bresaola, poi tengo sempre nel congelatore carne bianca e pesce e qualche busta di passato di verdura pronta in 7 minuti per le sere in cui si fa tardi!...Cerchiamo di non tenere dolci in casa proprio perché la sera è tentatrice e si sa che quello che entra in bocca dopo le 18:00 non si perde più!


Come ti mantieni in forma?
Quando ero meno impegnata di ora la sala pesi era parte integrante di ogni mia giornata, ora devo farmi bastare 2 puntatine settimanali…Anche dal punto di vista alimentare cerco sempre di tenere il giusto equilibrio: in passato ho sperimentato regimi ferrei, ma poi con il tempo ho capito che l’eccesso non è mai sano, nemmeno quando si pensa di eccedere “nel senso della salute”.


Come fai a conciliare vita lavorativa - vita privata?
La conciliazione è un tema caldissimo per noi donne in quanto siamo per tradizione culturale depositarie dei lavori di cura, a differenza degli uomini per cui queste occupazioni restano in genere saltuarie ed accessorie. Ciò che mi permette di “fare mille cose” (lavoro in ufficio, blog, coaching, palestra, gestire la casa e riuscire comunque a vedere le amiche e ad avere dei momenti con mio marito) è la splendida partnership che ho costruito in questi anni con lui…
Credo davvero che il segreto per la conciliazione stia nel giusto e completo equilibrio che si crea nel rapporto di coppia, almeno per quanto riguarda le donne che hanno un marito o fidanzato. Quando c’è reciproco rispetto e quando questo rispetto va oltre la prassi e riesce a garantire la libertà e la continua crescita dell’altro, allora tutto è possibile!


Fai solo questo o hai un altro lavoro?
Al momento la professione di life coach (…e di blogger e podcaster!) è parallela rispetto al lavoro che svolgo per un ente di formazione professionale da diversi anni. Tra le due attività esistono del resto diversi punti di contatto: per la Fondazione mi occupo di coordinamento, formazione, tutoring e progettazione, dunque sono immersa in un ambiente che fa della crescita delle persone l’elemento centrale, declinato poi in vari aspetti. 

Le competenze che ho acquisito in un campo sono diventate preziose per l’altro e viceversa, quindi al momento il rapporto tra questi due percorsi professionali è equilibrato e “win win”.

Chi sono le tue clienti? Età? Regione?
Seguo donne provenienti da tutta Italia attraverso skype call, mentre per quanto riguarda gli incontri in presenza mi rivolgo ad un’area compresa entro i 60 km da Lecco.

Sono comunque disponibile a spostarmi su richiesta anche altrove, ad esempio per eventi di 1 o più giorni o qualora dovessi ricevere richieste di più persone gravitanti attorno ad altre città italiane.
Grazie alla partnership con Pinkenergy ricevo anche a Lugano, al sabato e su appuntamento presso il Pinkenergy Boutique Fitness Studio. Le interessate possono contattarmi scrivendo a
info@chiacchieredavenere.it. Per la mia esperienza, le donne più predisposte ad intraprendere un percorso di coaching sono quelle tra i 30 ed i 40 anni, che chiedono di lavorare su obiettivi di relazione, di conciliazione famiglia lavoro o su aspetti comportamentali personali correlati all’autostima.

 

Cosa c'è nel futuro di Chiacchiere da Venere?

Mi auguro tanto successo…Nel senso che dietro al mio progetto c’è davvero un desiderio di offrire ad OGNI DONNA LE OPPORTUNITÀ che merita. Chiacchiere da Venere vuole essere un progetto di divulgazione, di sensibilizzazione sulle tematiche della crescita personale e su come questi strumenti possono davvero cambiare la vita…Come del resto l’hanno cambiata a me: ci credereste mai che alle scuole medie ero soprannominata “la pessimista”?! Ma volere è potere e io prima ho desiderato cambiare e poi l’ho fatto!

 

Per contattare Cristina: https://www.chiacchieredavenere.it/

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

POPULAR POSTS

December 11, 2019

December 2, 2019

November 30, 2019

November 22, 2019

November 18, 2019

October 22, 2019

October 6, 2019

Please reload