Via Pico 29

6900 Lugano

info@pinkenergy.ch

+41 91 970 36 92

  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon
  • White YouTube Icon

© 2018 Pinkenergy - all rights reserved. Site managed by Vicky 

Intervistiamo Alba Masullo, direttrice della Lega Ticinese contro il Cancro

October 24, 2018

In concomitanza con il mese dedicato al sostegno per la ricerca contro il tumore al seno, abbiamo intervistato la direttrice della Lega Ticinese contro il Cancro, Alba Masullo:

COME DIRETTRICE DELLA LEGA TICINESE CONTRO IL CANCRO DI COSA SI OCCUPA?

Il mio grande impegno è quello gestionale ovvero di far in modo che tutto il team funzioni e stia bene, abbia motivazione, passione oltre che professionalità, ascolto e competenze nell’ambito del sostegno oncologico.

Mi occupo però anche di manifestazioni, incontri ed eventi per le persone ammalate, i loro familiari, oppure la popolazione; questo sia per divulgare quello che facciamo…e così far in modo che chi potrebbe beneficiare dei nostri aiuti sappia che ci siamo, dove siamo e come raggiungerci.

Presenzio a manifestazioni a conferenze per portare la mia testimonianza, le mie parole con l’energia positiva che sento di possedere; non da ultimo essendo la nostra un'associazione no profit (che offre prestazione gratuite), ho la necessità di fare in modo che la generosità dei privati cittadini ci arrivi con donazioni, offerte spontanee, eredità e donazioni.

Sono spesso a Berna per riunioni alla Lega Svizzera contro il Cancro (organizzazione mantello), dove incontro le direttrici delle altre Leghe cantonali, partecipo ai gruppi di lavoro, porto idee e contribuisco come meglio posso a questa grande e complessa organizzazione.  

 

QUALI SERVIZI OFFRE LA VOSTRA STRUTTURA?

La nostra struttura, con i suoi oltre 20 professionisti stipendiati e gli oltre 100 volontari, offre il sostegno “qui e ora” a chi si ammala e ai suoi familiari.

Gli assistenti sociali offrono consulenza e sostegno di tipo amministrativo, economico e umano; le infermiere della riabilitazione assieme al paziente valutano le attività riabilitative da mettere in atto per stare meglio malgrado la pesantezza delle cure e/o la debilitazione che le cure comportano…per migliorare la propria forma fisica, consigliano corsi ed attività di gruppo, consulenza per gli aspetti sessuali e/o estetici e altro ancora.

Le psicologhe offrono sostengo psicoterapeutico per l’ammalato e/o il familiare, come vivere in maniera il più equilibrata possibile malgrado il cancro.

I volontari, coordinati da due professioniste, offrono compagnia, tempo di presenza e di ascolto, sia negli ambulatori, nei reparti che al domicilio dei pazienti; per stare con il paziente oppure per alleggerire il familiare.

 

IL MESE DI OTTOBRE E' DEDICATO ALLA PREVENZIONE PER IL TUMORE AL SENO. IN TICINO QUANTE DONNE SI AMMALANO DI QUESTO MALE?

In Ticino ogni anno sono più di 300 le donne che si ammalano di tumore al seno.

 

CI SONO DELLE COSE CHE SI POSSONO FARE PER PREVENIRE QUESTA PATOLOGIA?

A mio avviso è primordiale la prevenzione volta alla diagnosi precoce.

Il Ticino ha uno screening mammografico cantonale, organizzato, di alta qualità e tutte le donne che ricevono l’invito per una mammografia di screening dovrebbero sottoporsi a questo gesto tecnico gratuito. Ma è anche importante la prevenzione volta a veicolare uno stile di vita sano, con una buona dose di attività fisica sia essa svolta in modo individuale sia in gruppo (come da voi nel vostro bello spazio rosa…dedicato).

QUALI SONO I CAMPANELLI DI ALLARME CHE UNA DONNA DEVE SAPER RICONOSCERE?

Per il tumore al seno… Seppure alcuni dicono che sia demodé… continuo a promuovere l’auto esame del seno una volta al mese con regolarità; prendersi cura del proprio corpo con intenzione e attenzione quando ci si mette un profumato body lotion è un modo per volersi bene, restare in confidenza con il proprio corpo e amarsi al di là dei canoni estetici estremi. Questo permette di capire se si “sente sotto le dita qualcosa di strano”.

 

QUAL'E' LA FASCIA DI ETA' PIÙ CRITICA? 

In genere l’incidenza aumenta con l’età per cui le fasce più a rischio sono quelle dopo i 50 anni; ma sempre più si anticipano i tempi per i programmi di diagnosi precoce dai 45 ai 75 anni.

 

CI SONO DONNE PIÙ A RISCHIO DI ALTRE? 

Ci sono famiglie dove il tumore al seno è ricorrente, da madre in figlia…in questi casi l’attenzione deve essere raddoppiata e sicuramente deve essere un tema di indagine con il sostegno del proprio medico di famiglia o ginecologo.

 

A LIVELLO TICINESE SIAMO SUFFICIENTEMENTE INFORMATE SECONDO LEI? COSA SI POTREBBE FARE PER SENSIBILIZZARE DI PIU' LE DONNE SU QUESTO TEMA DELICATO?

In Ticino c’è una buona informazione, ma sappiamo che la nostra attenzione a captare le informazioni cambia a seconda del momento per cui è importante reiterare il messaggio affinché chi non “capta” oggi …capterà domani, chi non è pronto a inserire accorgimenti di vita sana oggi…magari sarà pronto domani.

Questo per dire anche a voi un grazie di cuore per aiutarci a divulgare.

 

C'E' QUALCOS'ALTRO CHE E' FONDAMENTALE SAPERE?

Siiii….che noi ci siamo!

Per offrire consulenza a chi è ammalato ma pure a coloro che hanno dubbi e domande:

- il servizio Info Cancro (telefono, mail, forum,…)

le nostre infermiere consulenti in riabilitazione

- i nostri corsi e gruppi

- la nostra pagina face book da regolarmente informazioni…visitateci, partecipate, aderite!

 

 

Per maggiori informazioni:

https://ticino.legacancro.ch

www.facebook.com/Lega-ticinese-contro-il-cancro

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

POPULAR POSTS

October 22, 2019

October 6, 2019

October 3, 2019

September 13, 2019

August 20, 2019

July 23, 2019

Please reload