Assiem e Mahroo e la loro Peers

Vi presento Assiem e Mahroo, in primis due splendide mamme, imprenditrici e Wonder Women. Hanno avuto il coraggio e la determinazione di aprire una meravigliosa boutique di abiti per bambini nel cuore di Lugano, in pieno lockdown! Non solo sono d'ammirare, ma due fantastiche donne dalle quali prendere esempio. Tutto è possibile, basta volerlo davvero!



QUAL'E' STATO IL VOSTRO PRIMISSIMO LAVORO (ANCHE DA STUDENTESSE)? Assy: Premettendo che da giovane ho sempre lavorato durante gli studi per lo più facendo l’assistente di vendita presso varie boutique. Ma come mio primo vero lavoro consider o lo stage che ho fatto a fine degli studi univesritari presso la casa di moda Yohji Yamatoto a Parigi, nell’ufficio stampa Mahroo: Quando avevo 15 anni ho iniziato ad aiutare mio padre nel suo studio di architettura a Kish Island in Iran dove abitavamo e durante l’estate dello stesso anno ho cominciato a lavorare in un negozio di cosmetici e profumi. COSA AVETE IMPARATO DA QUESTA PRIMA ESPERIENZA CHE POTETE DIRE ANCORA OGGI POTETE DIRE DI ESSERVI D'AIUTO? Assy: Da questa esperienza in primis ho imparato di base la quotidiana attività d’un lavoro d’ufficio, un lavoro legato al computer, che successivamente mi ha permesso di ottenere futuri impieghi simili. Ma oltre a quello ho avuto la possibilità di vedere il back office di una vera casa di moda parigina che ha fatto la grande storia della moda degli anni ’90. Pertanto ho assistito dai casting di modelle famose, che fino ad ora avevo visto solo in copertina all’organizzazione di sfilate. Oltre a quello ho imparato tanto anche sul mondo delle riviste, sugli spazi pubblicitari ed editoriali. Mahroo: La cosa più importante, al di là dell’esperienza lavorativa e formativa del lavoro, che tuttora mi aiuta nella vita quotidiana e imprenditoriale e che ho appreso subito e’ sicuramente la presa di responsabilità. Inoltre essere sempre presente e disponibile per far si che le cose vadano avanti in modo migliore. COME VI SIETE CONOSCIUTE? Mahroo: Ci siamo incontrate al corso pre parto in casa nascita a Lugano. Nel gruppo c’era solo Assy che come me voleva fare il parto in casa e personalmente mi sono subito sentita contenta di poter condividere le mie emozioni e paure con un altra neo-mamma su questa esperienza unica. Assy e’ stata molto aperta e quindi ci siamo scambiate i numeri di telefono e abbiamo iniziato a sentirci ogni tanto durante la gravidanza e poi, dopo il parto, abbiamo iniziato ad essere più vicine. QUANDO E' NATA L'IDEA DI APRIRE UN NEGOZIO PER BAMBINI? Assy: Per quando mi riguarda, l’idea nasce dopo aver avuto la fortuna di aver lavorato per mia mamma che ha una boutique di abbigliamento femminile a Lugano. Il sogno di avere uno spazio tutto mio con una selezione di prodotti che riflettesse il mio gusto personale sicuramente scaturisce da quell’esperienza. E dopo essere rimasta incinta mi sono appassionata di prodotti per bebe’ ed ho avuto la grandissima fortuna di incontrare Mahroo una neo mamma, che in quel momento credo sentisse anche lei una grande voglia di esprimere la propria vasta creatività attraverso un progetto comune. Portando a spasso i nostri figli e scambiando esperienze legate al mondo delle mamme abbiamo scoperto di avere gusti simili nella scelta die prodotti per i nostri bambini. Pertanto penso sempre che ci siamo proprio trovate nel luogo e nel momento giusto. Mahroo: La moda mi ha affascinata sin da quando ero molto piccola, e vedendo mia nonna appassiona di sartoria fantasticavo su vestiti e nuove collezioni organizzando anche sfilate in casa vestendo le mie cugine e le mie amiche. Da questi semplici giochi da bambina mi sono poi ritrovata, appena finita la scuola, ad avere la possibilità di studiare textile design alla Bangalore University in India. Opportunità che ho preso immediatamente. Vivendo pero’ in un paese dove, malgrado i grandi progressi, la povertà e le difficoltà della vita ti accompagnano ogni giorno per le strade ho cambiato prospettiva. Non mi vedevo più in quel futuro di moda e sfilate che inizialmente avevo sognato. La passione e l’amore per il lavoro artigianale, quello che richiede tempo e dedizione, e’ pero’ rimasto con me. Quando mi sono poi spostata a Milano ho cercato di creare un business con delle amiche che rispecchiasse questo aspetto a me tanto caro. Una boutique di design Iraniano artigianale, un progetto molto impegnativo che avrebbe richiesto di viaggiare spesso in Iran e che purtroppo ho lasciato in sospeso. Poi se ricordo bene era l'11 Febbraio 2019. L’idea e’ venuta fuori con Assy mentre portavamo fuori i bimbi e discutevamo dei brand curati che ci piacevano per vestirli. Un tipo di boutique che mancava ancora a Lugano. Assy mi ha raccontato della sua esperienza nel settore dopo aver lavorato per anni nella boutique di sua mamma e ci siamo sentite pronte all’avventura. 


Non potevo mai immaginare di aver finalmente trovato la persona giusta con cui portare avanti questa idea e farla diventare un business nostro. E’ stato semplicemente bellissimo.

VI SIETE DIVISE I COMPITI? CHI FA COSA? Assy: Inizialmente facevamo entrambe quel che c’era da fare, trovare lo spazio da affittare, costituire la società, ristrutturare il negozio, partecipare alle fiere, selezionare I brand e prodotti, curare i social network e così via. Man mano che l’attività ha preso il suo corso, ci siamo divise i compiti diciamo implicitamente per vocazioni personali. Io che mi sono laureata in gestione aziendale mi occupo più della parte contabile e gestionale, mentre Mahroo che ha un’anima creativa e viene da una splendida esperienza di Noghlemey cura il lato della comunicazione, dell’immagine e del nostro sito e-commerce: www.peersstories.com Mahroo: I compiti si sono divisi naturalmente in base ad esperienza, competenza e attitudine. Per esempio Assy si occupa della parte amministrativa mentre io mi occupo dell’e-commerce e delle fotografie. In realta’ facciamo tutte e due di tutto.

AVETE AVUTO IL CORAGGIO DI PORTARE AVANTI UN PROGETTO IN PIENA CRISI SANITARIA, COME AVETE AFFRONTATO LA SITUAZIONE? Assy: Il progetto ebbe inizio molto prima del lockdown e proprio quando finalmente eravamo pronte ad inaugurare Peers c’è stata la disposizione di chiusura. Pertanto alla fine del lockdown non avevamo altra scelta che aprire e provare. Anzi non ne vedevamo l’ora ne siamo felici perché ci sono mamme che hanno apprezzato molto I nostri prodotti e sono diventate nostre clienti affezionate. E questa è una grandissima soddisfazione per noi. Mahroo: Non e’ stato facile - dovevamo inaugurare il negozio proprio la settimana del lockdown, quindi ogni piano e’ saltato. Ma non ci siamo demoralizzate e in pochi giorni di lavoro non stop con me a fare foto e Assy ad inserire contenuti abbiamo aperto il negozio online.

PRO E CONTRO DI LAVORARE CON UNA CARA AMICA? Assy: Peers nasce da due mamme che si sono incontrate a Lugano ognuna con un proprio background ed hanno deciso di iniziare questa avventura insieme senza però essere amiche prima. Amiche lo siamo diventate dopo e forse questa è una buona cosa per il nostro business. Riusciamo a confrontarci ed a discutere delle decisioni con grande rispetto l’una verso l’altra. Se ci sono cose su cui non siamo d’accordo ce lo diciamo, non è sempre facile ma è importante.

Un grande pro di aver iniziato questa avventura insieme è che ci dividiamo oltre al rischio economico anche quello psicologico di non essere sole a gestire un’attività commerciale.

E soprattutto dividendoci I compiti, abbiamo la possibilità di dedicare molto tempo ai nostri figli. E’ come se lavorassimo part time e non c’è nulla di meglio con bambini piccoli, io lo chiamo un lusso.

MA RIUSCITE A TROVARE DEL TEMPO DA DEDICARE A VOI STESSE? PER COCCOLARVI UN PO.. Assy: Sì in tutto questo riusciamo anche a ricrearci del tempo per noi stesse. Ad esempio il lunedì siamo chiusi e i nostri bimbi sono al nido e così riusciamo a dedicare del tempo alla cura di noi stesse e ai propri hobby. Mahroo: Il tempo si può sempre trovare, solo che bisogna organizzarsi e alcune volte rimane alla fine della lista. Pero’ ogni tanto cerco di fare yoga, una manicure o delle passeggiate con il mio compagno, o una bella colazione o brunch assieme. 

A TUTTE LE NOSTRE WONDER WOMAN CHIEDIAMO: QUAL'E' STATOL'ULTIMO MOMENTO DA WONDER WOMAN ? Assy: Per me sicuramente il momento da Wonder Woman è stata la realizzazione di Peers, di vedere il negozio in carne ed ossa con scaffali pieni di merce, di prodotti scelti da noi e di vedere entrare le mamme e sentire da loro I complimenti. Mahroo: Creare Peers con Assy, sicuramente. Ma un altro momento speciale era qualche mese fa quando mi sono trovata sulla prima pagina di Cucina del Corriere della sera, nominata come una delle 50 donne del cibo in Italia. Anche quello e’ stato un vero momento da Wonder Woman, dopo tanti anni lavorando nel mondo del cibo e’ stata una grandissima soddisfazione.  AVETE DEI SOGNI NEL CASSETTO CHE VOLETE ANCORA REALIZZARE? Assy: Personalmente un sogno nel cassetto è quello di poter viaggiare di più, avere un lavoro tale che ti permetta la flessibilità e libertà di partire ed esplorare nuovi luoghi e nuove culture in modo più “slow” Mahroo: Sogno ancora di aprire un ristorante, magari il nostro prossimo progetto. Haha.. Chi lo sa! Ma anche viaggiare il mondo, che ora è diventato davvero un sogno. Personalmente non vedo l’ora di poter andare tranquillamente in tutti i posti meravigliosi che mi piaceva scoprire. E INFINE UNA DOMANDA CHE FACCIAMO A TUTTE: COSA SIGNIFICA PER VOI AVERE SUCCESSO (ANCHE A LIVELLO NON PROFESSIONALE) Assy: Successo per me significa trovare un equilibrio interiore, di quando ti guardi da fuori e vedi che tutto intorno a te ha preso il corso che speravi. Mahroo: Oltre quello che ha detto Assy, che la trovo una frase completa. Poter “vivere il momento” significa per me un grande successo. 


Peers

Via Carlo Frasca, 4

Lugano, Svizzera

https://www.peersstories.com/

peersstories@gmail.com

Tel. +41764332677

Tel. +41763848536


POPULAR POSTS

Via Pico 29

6900 Lugano

info@pinkenergy.ch

+41 91 970 36 92

  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon
  • White YouTube Icon

© 2020 Pinkenergy - all rights reserved. Site managed by Vicky